Mixer o blender? Differenze fra i moderni frullatori a immersione e i modelli tradizionali

Mixer o blender? Differenze fra i moderni frullatori a immersione e i modelli tradizionali

C’era una volta il blender o, se preferite, il caro vecchio frullatore con caraffa incorporata per frullati di ogni tipo. Ma forse c’è da aggiornare il verbo declinandolo al presente, perché nessuno ha detto che quel modello di frullatore sia estinto, anzi. La schiera dei nostalgici del vintage va a caccia di questi apparecchi ancora funzionanti sulle bancarelle dei mercatini delle pulci. A fargli da contraltare il ‘giovane’ frullatore a immersione in forma di mixer multiuso ‘3 in 1’, dalla silhouette meno panciuta, snello e versatile, buono per preparazioni dolci o salate, rapide e impeccabili.

Sono due mondi diversi, ma fra nonno e nipote della famiglia dei mixer non c’è rivalità perché è diverso il target degli utenti: l’esercito dei romantici da una parte affezionati all’idea scolpita nel proprio immaginario infantile del frullatore classico e la truppa dei pragmatici che a un prodotto come il frullatore chiedono velocità, precisione e affidabilità, magari con un pizzico di estro e originalità che non guasta. Ma cosa distingue i giovani e snelli minipimer dai vecchi e grassi antenati?  Basta guardarli per capire che li divide un divario anche sul piano del design, tanto grossolani e ‘obesi’ i primi quanto filiformi e performanti i secondi. Cambia la forma, ma non la sostanza. Entrambi, infatti, fanno la stessa cosa: frullare, a cui si sono via via aggiunti altri ruoli di impastatori, sbattitori e via dicendo. Come frulla uno, frulla l’altro, sebbene con modi e funzionalità più o meno evoluti.

Ma, a volte, è proprio il vecchio a fare le scarpe al giovane, vuoi per il background, vuoi perché la potenza di un vecchio blender non eguaglia le prestazioni di un moderno frullatore a immersione. Di modelli ce ne sono diversi in giro, sia dell’uno che dell’altro tipo, perché a differenza di quanto si possa pensare il blender non si è estinto ma continua ad avere un suo mercato di riferimento di affezionati alla tradizione e alle performance di un apparecchio solido e funzionale, che si potrà trovare non soltanto nei mercatini, ma anche sugli scaffali dei negozi di piccoli elettrodomestici perché anche lui si è adeguato ai tempi, è migliorato nell’aspetto e continua a mietere una pioggia di ‘like’ fra i consumatori.